Scegliere una fibra dal punto di vista del design può essere abbastanza impegnativo, ma la fibra da cui è fatto un tessuto ha anche numerosi impatti ambientali e sociali. Può essere difficile trovare l'opzione migliore quando si seleziona una fibra.

Introducing Fibre Focus, il nostro blog sul tessuto che analizza i vari impatti di una fibra dal punto di vista ambientale, sociale, della giustizia e del design. È importante considerare anche i potenziali impatti che una fibra potrebbe avere se dovesse diventare più popolare.

Il cotone:

Vantaggi del design:

  • Tessuto resistente, leggero e durevole
  • Tessuto versatile che ha un'ampia gamma di applicazioni
  • Affinità con tutti i coloranti
  • Confortevole da indossare per il consumatore
  • Superficie ideale per la stampa
  • Sono facili da ottenere diversi spessori - tela, popeline, mussola, ecc.
  • Tessuto isolante - fresco in estate e trattiene il calore in inverno

Svantaggi di progettazione:

  • Può sbiadire alla luce diretta e prolungata del sole
  • Il cotone fine si strappa facilmente
  • Il cotone spesso può richiedere molto tempo per asciugare, pensare che i jeans bagnati
  • Il cotone può sgualcire facilmente rispetto ad altre fibre

Impatti ambientali:

  • La fibra di cotone è naturale, biodegradabile e rinnovabile.
  • Anche il cotone organico è una coltura ad alta intensità d'acqua che, se coltivato in modo irresponsabile, può portare al degrado del suolo e all'esaurimento delle risorse idriche.
  • A differenza di altre fibre naturali, le piante di cotone trovano tipicamente applicazione solo nell'industria tessile.
  • Il cotone convenzionale richiede interventi chimici pesanti come l'applicazione sistematica di pesticidi e fertilizzanti.
  • Coltivare il cotone richiede acqua pulita - "con acqua accessibile pari a meno dell'1% dell'approvvigionamento idrico mondiale, questa risorsa è preziosa e limitata. Il 97% dell'acqua del mondo è salata, un ulteriore 2% è intrappolato nel ghiaccio e nella neve, e il 70% del restante 1% è utilizzato per le colture agricole". National Geographic
  • L'uso prolungato e sistematico di pesticidi e fertilizzanti causa l'inquinamento dell'aria, dell'acqua e del suolo, con effetti a catena che minacciano l'equilibrio ecologico.
  • I pesticidi sono spesso denominati "narcotici ecologici" perché la coltura sviluppa rapidamente una tolleranza alle sostanze chimiche e quindi è necessaria una quantità maggiore per ogni coltura.
  • Il cotone è riciclabile
  • Come per la maggior parte delle colture, il cotone fotosintetizza in una certa misura durante la crescita.

Impatti sociali:

  • La coltivazione del cotone fornisce posti di lavoro, che generano reddito per le famiglie
  • Lavorare a stretto contatto con i pesticidi ha dimostrato di causare tumori.
  • Le aree residenziali che circondano gli allevamenti di cotone contengono sostanze chimiche residue nell'aria, nell'acqua e nel suolo - questo è dannoso per la salute umana, specialmente per i bambini. Nella regione indiana del Punjabi - uno dei principali attori dell'industria cotoniera del paese - i livelli di sviluppo neurologico sono molto più elevati rispetto ad altri stati del paese.
  • Le aree residenziali che circondano le fattorie di cotone sono generalmente soggette a carenza d'acqua o inquinamento idrico.
  • I coltivatori di cotone che utilizzano i pesticidi possono diventare rapidamente indebitati con le grandi società chimiche che dominano l'industria dei pesticidi, dei fertilizzanti e delle modificazioni genetiche. Negli ultimi 17 anni, oltre 250.000 suicidi di agricoltori hanno avuto luogo in India a causa dell'aumento dei debiti e del calo dei rendimenti.
  • Il cotone è un tessuto confortevole e di facile manutenzione durante la sua vita utile.
  • Il cotone organico è anallergico
  • La macchina del cotone si lava bene a temperature più basse - questo può far risparmiare denaro alle famiglie dei consumatori.
  • Il cotone può essere lavorato a mano e filato (Khadi) - questo non ha emissioni di carbonio e preservare l'artigianato tradizionale.

Impatti potenziali positivi:

  • Diminuzione della presenza di tessuti non biodegradabili in discarica
  • Aumento della presenza di cotone organico e riciclato
  • Mantenimento dei posti di lavoro
  • Conservazione dell'artigianato - Khadi
  • Conservazione delle risorse petrolifere limitate

Impatti potenziali negativi:

  • Inquinamento dell'aria, dell'acqua e del suolo
  • Diminuzione dell'equilibrio ecologico
  • Aumento della dipendenza da grandi aziende chimiche e relativo rischio di suicidio degli agricoltori
  • Impoverimento delle fonti d'acqua vitali e limitate
  • Aumento del rischio per la salute umana associato all'uso di pesticidi chimici, in particolare nei bambini che vivono nelle fattorie di cotone a livello locale

Quindi ecco a voi, una semplice scomposizione sui vari impatti del cotone che potete tenere a mente al prossimo acquisto, approvvigionamento o progettazione.