Non è un segreto che storicamente l'industria tessile abbia commesso dei passi falsi quando si parla di sostenibilità. In Supreme, vogliamo cambiare questa narrativa, vogliamo essere i leader in un settore che supporta gli ambienti in cui lavoriamo e le comunità con cui lavoriamo.

Quindi, per rendere la nostra visione del futuro una realtà, abbiamo adottato strategie e tecnologie innovative per gestire il nostro consumo di acqua. Abbiamo anche implementato processi e strumenti per mitigare le sostanze chimiche tossiche e creare un sistema circolare, in cui le risorse che utilizziamo vengono restituite alla Terra. Parte di questo sistema è l'installazione di un impianto di trattamento delle acque reflue "effluent water treatment plant". Implementato con l'obiettivo di migliorare la nostra gestione delle acque reflue, il nostro effluent water treatment plant ci sta già aiutando a garantire che i nostri tessuti di qualità abbiano un impatto positivo sul mondo.

Sostenendo e proteggendo le persone e il pianeta, i nostri tessuti rappresentano un domani migliore e un'industria che celebra le mani che creano i nostri splendidi prodotti e apprezza l'incredibile parte del mondo in cui sono realizzati.

Produttori sostenibili in un settore gestito

L'industria tessile non deve essere il cattivo ambientale per cui viene spesso passato, stiamo mostrando come il settore tessile possa funzionare per le persone e la comunità. Una parte fondamentale di questo è il modo in cui gestiamo gli scarichi idrici e le sostanze chimiche utilizzate nella produzione, perché contrariamente a come molte aziende agiscono, queste cose possono essere gestite.

Per tutti i nostri processi di stampa utilizziamo prodotti chimici non tossici standard REACH. Tuttavia non volevamo fermarci qui, quindi abbiamo installato effluent treatment plants ETP nel nostro stabilimento di Pondicherry, nell'India meridionale.

Situata accanto l'Oceano Indiano e in un'area di incredibile bellezza naturale, la nostra fabbrica opera per tutelare i diritti dei lavoratori e il delicato ecosistema in cui si trova. Parte del nostro impegno per la protezione dell'ambiente e della salute dei lavoratori è il nostro nuovissimo ETP.

Il sostenibile effluent treatment plant della nostra fabbrica

Ora, non sorprende che molti di noi non siano al passo con le ultime tecnologie che riguardano la purificazione chimica e idrica nel settore tessile... Non preoccuparti, ci pensiamo noi. L'acqua trattata all'interno di un ETP passa attraverso alcuni passaggi distinti per trasformarsi in acqua sicura pronta per essere rilasciata nell'ambiente.

Innanzitutto le acque di scarico, o acque reflue, devono essere raccolte in un serbatoio, da lì passano attraverso un filtro multigrado. Una volta filtrata, quest'acqua viene miscelata in un generatore di ozono. Questo è forse uno dei passaggi più vitali perché è qui che vengono eliminati ossido di calcio, solfato ferroso e altri prodotti chimici comuni dell'industria tessile. Se si considera che composti come il solfato ferroso sono tossici per la vita acquatica, rimuoverlo dall'acqua diventa ancora più importante. Il miscelatore di ozono è così efficace che può rimuovere tutti i fanghi pericolosi e non creare residui.

Quest'acqua brillante, pulita e raffinata dall'ozono viene quindi pompata attraverso sabbia e carbone attivo per assicurarci di eliminare tutti gli elementi nocivi e quindi raccolta in un serbatoio. La fase finale è quindi, molto semplicemente, utilizzare quest'acqua pulita per nutrire le centinaia di piante che abbiamo intorno alla nostra fabbrica.

Poiché non creano sottoprodotti, questi sistemi differiscono nettamente dai tradizionali processi di trattamento a base di cloro. Un sistema ETP ha anche il vantaggio di impiegare meno tempo e, di conseguenza, meno energia rispetto alla sua controparte a base di cloro.

Perché abbiamo bisogno di una fabbrica sostenibile?

Negli ultimi vent'anni, la produzione tessile è stata in forte espansione, in gran parte guidata dall'approccio dei consumatori che è cambiato verso l'aumento dei consumi. Tuttavia, mentre la produzione tessile si è espansa lo stesso è accaduto anche al tributo ambientale che ne è derivato. Nello spartiacque di Dhaka, l'industria tessile è il secondo maggior contributore di acque reflue industriali. Nel frattempo, il 20% delle acque reflue mondiali proviene dalla tintura e dal trattamento dei tessuti e ogni anno il settore della moda consuma acqua sufficiente per soddisfare i bisogni di cinque milioni di persone. Questo deve cambiare.

Se l'acqua non viene trattata e rilasciata nell'ambiente, gli impatti saranno di ampia portata e devastanti. Dall'inibizione della crescita delle piante alla promozione della tossicità fino a causare il cancro, gli impatti possono essere avvertiti in interi ecosistemi e comunità.

Gli effluent treatment plants forniscono un modo fattibile per soddisfare la domanda tessile senza sacrificare la stabilità ambientale. Creando un sistema circolare in cui l'acqua può essere trattata e reimmessa nell'ambiente, l'impatto che la nostra fabbrica tessile ha sul mondo circostante viene mitigato.

L'atteggiamento di un produttore etico

Supreme è un produttore tessile sostenibile che sostiene le persone e il pianeta. L'installazione della tecnologia ETP non riguarda solo la protezione dell'ambiente, ma anche la protezione delle persone. L'impatto delle acque reflue e dei fanghi chimici sulle comunità locali può essere devastante.

Le fabbriche non etiche rilasciano spesso acque reflue non trattate dall'industria tessile nell'ambiente in cui vivono le comunità. Quando queste acque reflue contaminano le fonti d'acqua su cui le persone fanno affidamento, l'effetto può essere devastante. Tutto, dal cancro ai difetti alla nascita, dalla cecità all'irritazione della pelle, può essere causato quando alle sostanze chimiche viene permesso di devastare le comunità.

Come produttore etico, non sosteniamo questa distruzione. Sia il nostro uso di prodotti chimici di stampa non tossici che l'installazione dell'ETP significano che l'acqua che rilasciamo nell'ambiente non danneggerà l'ambiente. Significa anche che non causerà danni alle comunità che dipendono da questo ambiente per sopravvivere.

Un produttore tessile sostenibile

In qualità di produttore tessile sostenibile, Supreme si impegna non solo a creare splendidi tessuti per i nostri clienti, ma anche a creare un impatto positivo. Il nostro effluent treatment plant nella nostra fabbrica di Pondicherry ci aiuta a creare questo impatto positivo. Trasformando le acque reflue in acqua che può essere utilizzata per aiutare gli alberi che circondano la nostra fabbrica a crescere, stiamo creando un impatto duraturo e prendendo posizione per la sostenibilità ambientale nel settore tessile.